Home page

Il tuo browser non supporta Java oppure la console Java non è attiva
 
 

AZIENDA

Chi Siamo

Dove Siamo

Organigramma

Certificazioni di Qualità

Sicurezza sul lavoro

Parco Automezzi

ATTIVITA'

Opere Eseguite

Photogallery

Videogallery

CONTATTI

Scrivici

Cookie &
Privacy Policy

CHI SIAMO

 
INTRODUZIONE:  
   

8 Maggio 1945: in Europa la guerra è finita

foto Umberto IannelliNell’immediato dopoguerra iniziò quel velocissimo processo di crescita che ha portato l’Italia ad attuare una forma di cooperazione delle imprese affinchè si ricostruissero da subito le città distrutte dai bombardamenti. Nel primo decennio del dopoguerra milioni di italiani erano alle prese con la ricerca di un alloggio, purtroppo per l’Italia circa 7 mila chilometri di ferrovie distrutte o danneggiate, distrutti circa 1.878.500 vani, e oltre 10 mila tra ospedali. cinema, alberghi e teatri, più di 42 mila chilometri di strade impraticabili, 12 mila tra ponti e ponticelli risultano abbattuti, insomma una vera catastrofe. In sostanza, nel pieno degli anni '50, emerge un "buco" abitativo di un milione di alloggi: si tratta di almeno 3 milioni e 500 mila vani più accessori per un altro milione e mezzo.

 

La situazione in Campania

Purtroppo per la Campania  in modo forte si verificò un inconveniente nella distribuzione dei fondi stanziati dallo Stato per la ricostruzione  delle case e delle infrastrutture. Infatti dei tre miliardi e novecento milioni di lire stanziati per la Campania e il Molise, detratti novecento milioni per  la Regione Molise, due miliardi furono impiegati nel  Provveditorato per le Opere Pubbliche di Napoli per il pagamento di Opere già fatte, ed altri ottocento milioni vennero assorbiti dalla città di Napoli;  così  soltanto  duecento milioni rimasero  per finanziare le spese di ricostruzione nelle provincie così duramente provate dalla guerra, di Caserta, Benevento, Avellino, e Salerno.  Nella breve crono storia presentatovi abbiamo voluto mettere in evidenza la cruda realtà di quella che era la crisi di alloggi per l’intera popolazione d’Italia e non solo.

La ditta "Iannelli Costruzioni" impegnata nella ricostruzione

Evidentemente c’era un forte bisogno di ricominciare e di ricostruire le città duramente colpite dai bombardamenti, così nacquero in diverse città tra cui anche a  Benevento molteplice ditte di lavoro edilizio che diedero vita alla ricostruzione, una di queste, l’impresa “Iannelli Costruzioni”.

LA STORIA DELL'AZIENDA:

Dall'800 al 2008

Il   nonno paterno dell’attuale Iannelli Umberto pioniere già negli anni del dopoguerra, con l’aiuto di muratori e scalpellini seppe abbinare con maestria i materiali  più in uso di quel periodo, calce, tufo, e pietra, pietre  lavorate  dai maestri scalpellini , la cui arte tramandata  sin dalla fine dell’ 800. Così come spesso succede  molti lavori vengono tramandati di padre in figlio, da nonno a nipote. La  creatura partorita da Umberto Iannelli, la “Umberto Iannelli Costruzione srl”è  frutto di passione per il lavoro  e di tanti sacrifici,profonda passione che unitamente a tanta fatica, tenacia lo portano ad intraprendere nel 2002 la professione di imprenditore edile nel febbraio 2008 al fine di  “allargare i propri orizzonti” trasforma la ditta individuale in società a responsabilità limitata.

La Umberto Iannelli Costruzioni S.r.l. oggi

 

La  "Umberto Iannelli Costruzione srl” opera in tutti campi delle costruzioni sia private che pubbliche.

Ha un proprio ufficio tecnico che cura in modo preciso ed efficace sia gli acquisti che le offerte mentre la direzione dei cantieri è affidata alla stesso Umberto Iannelli con la collaborazione del fratello Valentino Iannelli.
Il comparto cantieristico è affidato a tre capocantieri di pluriennale esperienza che coordinano sette operai specializzati oltre ad una decina di collaboratori fissi. La gestione amministrativa e finanziaria parte dalla sede centrale sita in  Via Perrottiello n. 9 di Benevento ed è composta, oltre che dallo stesso Umberto Iannelli, da un gruppo di tre persone: una segretaria, un geometra ed una addetta a gare d’appalto.
Ha un  parco attrezzature e mezzi di proprietà di grande importanza che permettono all’impresa di ottimizzare i costi di produzione e la rendono competitiva.
Possiede capacità finanziaria in grado di fargli affrontare lavori di notevole impegno oltre che tecnico anche economico quali interventi di edilizia privata o grosse commesse pubbliche e private.
L’Azienda ha ottenuto nel 2008 la certificazione del proprio Sistema di Qualità secondo la norma UNI EN ISO 9001:2000 rilasciata da Certitalia.

   
   
   
 
 

SETTORI

Privati

Aziende

Enti Pubblici

SOCIAL

SocialSocial

SocialSocial

SocialSocial

 
 

  Admin